copertura adsl

Copertura ADSL: come fare per verificarla

Le connessioni ADSL sono ormai decisamente comuni in Italia e dunque chiunque intenda scegliere una delle tante offerte in corso – che sia per la propria abitazione o per l’ufficio – può stare abbastanza tranquillo. Resta comunque altamente consigliato verificare la copertura ADSL per la zona di interesse, onde evitare spiacevoli inconvenienti. Andiamo allora più a fondo sull’argomento e analizziamo qual è la situazione in Italia per quanto riguarda la linea Internet, per scoprire come capire se il proprio comune è servito dalla ADSL.

La situazione in Italia

Come premesso poc’anzi, in quanto alla linea ADSL, l’Italia risulta essere nella media europea. Le connessioni Internet tra i 2 e i 20 Mbps hanno ormai superato il 97% del totale. Lo stesso discorso, purtroppo, non si può fare per ciò che riguarda la fibra ottica, che attualmente serve solamente i comuni più grandi, lasciando fuori la maggior parte delle utenze business e domestiche d’Italia. La situazione dovrebbe però migliorare in poco tempo, visto che le direttive UE – l’Agenda Digitale Europa, nello specifico – prevedono che entro il 2020 tutti i Paesi membri offrano connessioni ultra-veloci all’intera popolazione, la cui metà dovrebbe addirittura usufruire di fibra ottica ad almeno 100 Mbps in download.

Verificare la copertura ADSL

Nonostante l’ampia diffusione del servizio, soprattutto se ci si trova in località più “remote” del nostro Paese, la verifica della copertura della banda larga è un passaggio assolutamente necessario se si intende cambiare operatore o attivare una linea, da fare dunque prima di contattare il gestore o di accettare una sua offerta. Per fortuna, è possibile svolgere semplicemente questo compito in maniera totalmente gratuita tramite Internet. Basterà collegarsi al sito del gestore (o dei gestori) di proprio interesse e andare sulla sezione apposita per la verifica della copertura ADSL. Verranno chiesti, in genere, solo dati inerenti all’indirizzo per cui si intende controllare l’effettiva presenza del servizio.

Chiaramente, oltre alla copertura, vi sono altri importanti parametri che permettono di capire la qualità della connessione che l’operatore fornirà. Sarà bene dunque informarsi preventivamente anche sull’accesso diretto o meno che questo ha sulla rete – in caso vi siano molte persone connesse, infatti, chi usufruisce di un servizio con accesso diretto ha la priorità. Infine, va valutata chiaramente la proposta del gestore, optando, a seconda delle proprie esigenze domestiche o di business, per avere solo la connessione internet o per scegliere un’offerta ADSL+telefono. Queste ultime sono particolarmente adatte a chi ha una piccola impresa e deve coniugare telefonate alla velocità di navigazione: tutti i maggiori operatori offrono tali soluzioni, da TIM con TuttoADSL fino a OfficeOne di Wind. Un ultimo consiglio: la velocità nominale (cioè quella dichiarata) è spesso differente da quella effettiva, sebbene vi sia una soglia minima sotto alla quale non è possibile navigare. Proprio per questo, suggeriamo di effettuare uno SpeedTest dell’ADSL così da verificare la reale performance della propria connessione.